La Marmolada 3343 m è la montagna più alta delle Dolomiti. Il versante sud si presenta con una parete rocciosa ripidamente degradante di 1000 m. Il versante nord, invece, offre pendii di neve polverosa ideali per lunghe e impegnative discese e costituisce quindi una meta avvincente per gli scialpinisti, anche se durante l’inverno non si raggiunge la cima principale. Detto tra noi, la Val di Fassa offre ben di più oltre la Marmolada, sulla quale non è sempre semplice evitare gli impianti di risalita. Tra le rocce bizzarre del gruppo del Catinaccio, dell’Ombretta, del Valacia e del Latemar vi sono possibilità di gite bellissime, selvagge e sconosciute, lontane dagli impianti di risalita. Naturalmente si necessita di una buona forma fisica nonché di tecniche di salita e discesa solide per potersi divertire in montagna. Anche i rampanti potrebbero essere utili in certe occasioni. Il nostro alloggio sarà un bell’hotel curato con passione a Moena.